Programmazione 2017

21 GENNAIO - ­12 MARZO 2017
MAURIZIO D'AGOSTINI: SCULTURE, DIPINTI E INCISIONI A BULINO

Maurizio D’Agostini (Vicenza, 1946) si forma alla Scuola d’arte e Mestieri di Vicenza apprendendo i rudimenti della decorazione per l’oreficeria e il disegno ornato. Diviene abile cesellatore­incisore, e lavora in particolare all’incisione a bulino. Dipinge sotto la guida di Otello De Maria e poi fonda, nel 1969, un suo laboratorio d’incisione e cesello, collaborando con la Stamperia d’Arte Busato. Produrrà una serie cospicua di gioielli su sasso, e quindi una serie di sculture in terracotta, e poi in pietra. Dalla fine degli anni settanta sarà insegnante presso la Scuola d’Arte e Mestieri, alternando lunghi periodi di viaggio in paesi esteri: negli Stati Uniti, ma in particolare in Francia, una sorta di suo paese d’adozione. Numerose le sue personali, sia in Italia che all’estero, nelle quali ha esposto incisioni, sculture e gioielli. Vive in una casa­atelier alle pendici dei Monti Berici, a Costozza, un minuscolo paese immerso nel verde. Mostra corredata da catalogo a cura di Marco Fazzini. Eventi collegati: un workshop con l’artista; una tavola rotonda sul gioiello e la pietra; letture di poesia; una performance di musica, parola e immagini sui “Pianeti”. Inaugurazione: sabato 21 gennaio, ore 18.00.


17 MARZO - 14 MAGGIO 2017
POETRY VICENZA 2017: UN FESTIVAL INTERNAZIONALE DI POESIA E MUSICA

Il ciclo d’incontri dal titolo POETRY VICENZA avrà come protagonisti alcuni tra i maggiori poeti internazionali e nazionali e privilegerà la presenza di scrittori che respirano l’ossigeno di altre culture e altri stilemi, che non appartengono a nessuna cordata ma che, nell’onestà e nella limpidezza della loro ricerca, sono diventati i grandi pensatori del contemporaneo, poeti che ci fanno comprendere il significato dell’integrità morale e civile, dell’amore, della morte, della libertà, della tolleranza, della gioia creatrice. Tutte le letture si svolgono in palazzi e teatri storici della città, tra cui Palazzo Leoni Montanari, Palazzo Chiericati, Odeo Olimpico, Teatro Olimpico, Basilica Palladiana. Nel 2017 collaborazioni ed eventi anche in altri spazi come: Galla Caffè, Spazio6, Laboratorio09, Der Ruf, Mirror, Hands, TheArtsBox. Tra gli ospiti del 2017: Eric Andersen, Bianca Tarozzi, Jeffrey Wainwright, Lasana Sekou, Lello Voce, Michele Gazich, Marta Petreu, Guy Goffette, Nico Naldini, Christene De Luca, e altri. Disponibile antologia di testi a cura di TheArtsBox. Il festival avrà un totale di 36 eventi, 24 poeti, 25 musicisti e 22 artisti in mostra.


19 MARZO 2017
MOSTRA D'ARTE. UN GIORNO CON LA POESIA E I POETI CONTEMPORANEI

La mostra è un omaggio, non solo pittorico, ai volti di 25 poeti della contemporaneità. Dai premi Nobel Seamus Heaney, Derek Walcott e Joseph Brodskij agli scozzesi Norman MacCaig, Hugh MacDiarmid e Edwin Morgan, fino ai contemporanei Meena Alexander, John Burnside Wole Soyinka, e Chris Wallace­Crabbe, nello spazio TheArtsBox si esporranno oltre che opere pittoriche a firma degli artisti Giosetta Fioroni, Bruno Ceccobelli, Omar Galliani, Fulvio Rinaldi, Valentina Verlato, Mino Ceretti, Doug Lew, Tullio Pericoli, Doriano Scazzosi, Paolo Annibali, Franco Dugo e Giuseppe Sciacca anche manoscritti inediti, libri rari, poesie, foto e filmati rari di alcuni di questi protagonisti. In occasione dell’apertura di questa mostra (10.00-­22.00) si potrà ascoltare musica dal vivo e recitazioni di testi, ma soprattutto la giornata sarà l’occasione per poter parlare del festival Poetry Vicenza e poter distribuire i materiali e le informazioni sul Festival, i protagonisti, le Associazioni e gli Istituti superiori coinvolti. Inaugurazione: domenica 19 marzo, ore 10.00 (Contra’ San Paolo 23). La mostra rimarrà aperta nella sola giornata del 19 marzo con il seguente orario: 10.00­-22.00.


25 MARZO -­ 14 MAGGIO 2017
MOSTRA D'ARTE. FRANCO DUGO: IL VISO, LA POESIA

In parte legata al festival Poetry Vicenza, la mostra offre una serie di ritratti di poeti contemporanei, dipinti con varie tecniche, snodandosi da alcuni protagonisti italiani fino ai visi di scrittori di terre lontane. Si tratta di una mostra antologica che riunisce vecchi e nuovi lavori d’un artista ormai storico dell’arte italiana degli ultimi cinquanta anni. Franco Dugo è nato nel 1941 a Grgar, piccolo paese ora in territorio sloveno, e vive e lavora a Gorizia. La sua prima personale è del 1972. Nel 1975 partecipa alla X Quadriennale “La nuova Generazione” di Roma e inizia a occuparsi di calcografia, un campo che diverrà una delle attività più importanti della sua ricerca: lo vedrà presente come uno dei protagonisti di importanti rassegne nazionali ed internazionali, e come docente di Tecniche dell’Incisione dal 1989 al 1995 all’Accademia di Belle Arti di Venezia e nel 1996 all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Numerose le esposizioni personali e collettive d’incisione e di pittura in gallerie private e in spazi pubblici, in Italia e all’estero. Su di lui ha scritto: Vittorio Sgarbi, Mario De Micheli, Marco Goldin, Irene Mislej, Elio Bartolini, Giancarlo Pauletto, e altri. A cura di Marco Fazzini. Presentazione di Giancarlo Pauletto. Inaugurazione: sabato 25 marzo, ore 18.00.


16 MAGGIO ­- 4 GIUGNO 2017
MOSTRA D'ARTE. GIARDINI SILENTI

“Giardini Silenti” è un progetto artistico in forma di libro, un libro d’artista partorito a sei mani dai fondatori dell’Associazione Culturale Le Cinigie. Ideato e confezionato dalla graphic designer Patrizia Peruffo, è stato realizzato con tecniche innovative al taglio laser, e contiene un’incisione dell’artista Giusto Pilan e un testo poetico di Mirko Cremasco. È stato presentato il 22 settembre del 2016 presso il Chiostro dei Santi Cosma e Damiano a Venezia/Giudecca con un’esposizione di alcune opere su carta di Giusto Pilan, una installazione di Patrizia Peruffo e una performance poetica di Mirko Cremasco con Gastone Guerra (al sax contralto). Le poesie, le opere, e l’installazione di questo progetto rappresentano un giardino silenzioso interiore e intimista, ed evoca temi come l’isolamento dell’individuo nella società attuale per una ricerca artistica volta al recupero d’una memoria perduta risalente alla nascita dell’uomo e ai primi graffiti rupestri. L’immagine che accomuna questo libro è la “traccia”, primo segno tangibile dell’esperienza umana e punto di partenza del tutto. “Giardini Silenti” è il terzo libro che l’associazione pubblica e ha una tiratura di 25 copie.  Inaugurazione: martedì 16 maggio, ore 18.00.


2, 3, 4 GIUGNO 2017
THOMAS W. SCHALLER: UN WORKSHOP CON L'ARTISTA

Thomas Schaller, nonostante la sua giovane età, ha alle spalle una carriera prestigiosa. Lavorando all’inizio nel suo studio di New York, è divenuto uno dei massimi esponenti dell’acquerello architetturale nel mondo. Autore di due libri, dei quali si ricorda Architecture in Watercolor, vincitore di numerosi riconoscimenti – ha vinto ogni sorta di premio nel campo, incluso il famoso Hugh Ferriss Memorial Prize, a lui attribuito per ben due volte. Dopo essersi spostato a Los Angeles nel 2007, ha goduto dell’attenzione sia dell’editoria sia del collezionismo americano ed europeo. Attualmente, Schaller sta lavorando al suo terzo libro: The Architecture of Light. Il suo sito è: www.thomasschaller.com Presso gli spazi dell’associazione TheArtsBox, Schaller terrà un workshop sulle sue tecniche pittoriche per un gruppo selezionato di allievi. Sono anche previste uscite en plein air, e spazi dedicati alla discussione dei lavori dei suoi allievi. Si tratta di una occasione unica di condividere del tempo e delle esperienze con un grande protagonista del contemporaneo.


FINE SETTEMBRE 2017
JOSEPH ZBUKVIC: UN WORKSHOP E UNA MOSTRA D'ARTE

Joseph Zbukvic può essere considerato come la star indiscussa dell’acquarello contemporaneo. Artista virtuoso, è anche un abile insegnante che ormai viaggia, per mostre e workshop, non solo in Australia, la sua terra d’adozione, ma in Cina, Europa, e Sud America. Acquarellista dallo stile apparentemente naturale e lineare, serba nella sua mano segreti e manualità straordinarie che lo rendono anche un artista ambìto dal mercato di chi ama questa antica tecnica pittorica. Siede oggi in svariate commissioni di premi e giurie, ed espone con grande successo soprattutto in Cina e in Australia. Presso lo spazio TheArtsBox, Zbukvic terrà un workshop con un gruppo limitato di persone selezionate. Esporrà anche, e per la prima volta, molti dei suoi taccuini di viaggio che costituiscono la base di alcune sue idee e dipinti famosi. Infatti, quale viaggiatore instancabile, Zbukvic ha imparato a cogliere la luce e le atmosfere di quattro continenti proprio attraverso questi carnet di viaggio, dipingendo e disegnando in velocità, come è avvenuto per i grandi acquarellisti del passato. Un appuntamento da non perdere. La mostra rimarrà aperta per un totale di quattro settimane.


10, 11, 12 NOVEMBRE 2017 ­- 14 GENNAIO 2018
KEIKO TANABE: UN WORKSHOP E UNA MOSTRA D'ARTE

Keiko Tanabe è nata e cresciuta in Giappone. Ha studiato e lavorato nel campo delle comunicazioni internazionali prima di diventare un’artista a tempo pieno. Inizialmente autodidatta, dipinge esclusivamente ad acquerello. Ha iniziato a esporre nel 2005. È anche un’insegnante richiestissima, e tiene seminari e lezioni in tutto il mondo. Ha privatamente pubblicato cinque libri dei suoi acquerelli. Le sue opere sono uscite in riviste prestigiose, sia in America che in Europa. Presso l’Associazione TheArtsBox terrà un workshop di tre giorni, e una mostra esclusiva ricavata dai suoi recenti viaggi in Veneto: le opere saranno tutte ispirate a luoghi noti a molti artisti sia italiani sia stranieri: il Garda, Vicenza, Verona, Venezia, Bassano, Marostica, Asolo, ecc. Nella mostra saranno visibili anche i suoi appunti viaggio e i suoi taccuini. Alcune opere di Keiko Tanabe si possono vedere su: www.ktanabefineart.com. Inaugurazione: sabato 11 novembre, ore 18.00.

.